Il corpo di Padre Pio non si tocca


Padre Pio, a causa di una forma grave di bronchite, in data 28 luglio 1916, venne inviato dai superiori del Convento di Foggia, per un breve soggiorno presso il Convento di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo.
Le condizioni fisiche di Padre Pio ebbero un immediato giovamento.
A seguito di richiesta di trasferimento al Padre Provinciale, responsabile dei Frati Minori, Padre Pio, dal 4 settembre 1916, si trasferì a San Giovanni Rotondo.
Padre Pio, in data 12 agosto 1923, scrisse al Sindaco di San Giovanni Rotondo Francesco MORCALDI, rendendogli noto sue assidue preghiere, implorando per esso pace e prosperità e quale segno della “mia predilezione, esprimo mio desiderio che le mie ossa siano composte in un tranquillo cantuccio di questa terra”.
Nel 1968 iniziarono gli scavi nel piano interrato del convento e un mese prima del decesso, Padre Pio sollecitava gli operai a sbrigarsi perché non ce la faceva più ed egli, prima della morte, avvenuta in data 23 settembre 1968, ore 2.30, ebbe a benedire quella tomba.
La salma di Padre Pio, al secolo FORGIONE Francesco, in data 26 settembre 1968, alle ore 21.55, a seguito di autorizzazione del Ministero della Sanità – Ufficio Medico Provinciale di Foggia, veniva tumulata nella cripta della chiesa del Santuario SANTA MARIA DELLE GRAZIE.
La tomba di Padre Pio è divenuta patrimonio della devozione universale, ed ogni anno milioni di fedeli si recano a San Giovanni Rotondo per rendergli omaggio.
Padre Pio è stato origine di sviluppo economico del paese, per la fiumana dei fedeli che ivi accorrono, e con le offerte dei fedeli di tutto il mondo, realizzò l’Ospedale “CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA”, inaugurato il 5 maggio 1956. Il Comune di San Giovanni Rotondo, in segno di devota e perenne gratitudine a Padre Pio, per i benefici naturali e spirituali profusi per la sua permanenza a San Giovanni Rotondo, con delibera della Giunta Municipale del 28 gennaio 1985, ha proclamato Padre Pio quale 2° Fondatore di San Giovanni Rotondo.

Corso Vittorio Emanuele II, 169 - 10139 Torino - Tel. 0114475296 - 0114477022 - info@associazionepropadrepio.it